Palio 2013

Login



BUON PALIO 2013 PDF Stampa E-mail
Scritto da Don Angelo Beccalli   
Domenica 02 Giugno 2013 14:47
Sarà capitato a molti di tentare di ricavare un acrostico con le lettere che compongono il proprio nome. Giocare con le parole.

I più abili saranno stati capaci di comporre brevi testi poetici… forse i più si saranno accontentati di simpatici e strampalati elaborati. Strappando qualche sorriso.

Qualche volta gli acrostici hanno saputo fare la storia. Penso, ad esempio, al grido “W Verdi” scritto dai patrioti italiano di Modena durante i moti rivoluzionari del 1959. Esultanza che suonava innocua alle orecchie del Potere invasore, che in realtà conteneva un allettante messaggio di liberazione. Verdi, infatti, stava per “Vittorio Emanuele Re d’Italia”. Quella parola conteneva una forza inarrestabile che contribuì alla costituzione dell’identità nazionale italiana.

Penso anche ai cristiani dei primi secoli che facevano uso di un acrostico come parola d’ordine per potersi riconoscere, e per sfuggire alle persecuzioni delle avverse autorità romane. La parola d’ordine era greca: IXTUS. Chi non era cristiano poteva solo recepire il suo significato originario: pesce. Per i credenti di Cristo, invece, era una vera professione di fede: IESUS XRISTOS THEOS UIOS SOTER (Gesù Cristo Figlio di Dio).

Provo, allora, a comporre il mio personale acrostico di Palio… lasciando la libertà ai bambini, ai ragazzi… a chi vuole, di pensarne uno migliore e suggerirmelo.

PALIO: Programma, Allegria, Libera, Integrazione, Ovunque.

Cerco, brevemente, di spiegare il senso di queste parole.

Il Palio è Programmazione. Una festa così impegnativa come questa richiede tempo, idee, regolamenti, pianificazione. Lo sanno bene le persone che compongono il Comitato Palio e gestiscono le Contrade: bisogna arrivare per tempo, con le cose fatte, gli atleti pronti. Non si può improvvisare.

Il Palio è Allegria. Diverte e ci si diverte… anche se non manca certo la fatica e qualche discussione. Ma su tutto prevale sempre il divertimento e la soddisfazione. Per questo ogni anno ritorna. Atteso.

Il palio Libera: mi piace pensare alla settimana dei giochi come ad un’opportunità, offerta a tutta la comunità, per uscire di casa, per metterci la faccia, per far emergere talenti nascosti, desiderare aggregazione e unità.

Il palio Integra. E’ il suo obiettivo primario. Poiché obiettivo non è già dato, ma in fieri. Cercare l’unità, la collaborazione, il darsi la mano anche se si appartiene a Contrade, associazioni, gruppi diversi. Il Palio vuole essere per tutti e di tutti.

Il Palio è Ovunque. Nei suoi colori e nel conteggio dei punti, nei volontari e negli atleti, nelle famiglie che passano con noi qualche ora in compagnia e in modo spensierato e in chi si tiene informato attraverso le pagine di questo fascicolo, nella partecipazione lodevole degli sponsor e nella sua intenzione originaria di avvicinare i confini del Paese verso il suo centro: la Parrocchia.

Buon palio 2013.

Don Angelo Beccalli

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Giugno 2013 14:54
 

Mancano all'inizio del...

Palio delle Contrade 2014

XXVII edizione del Palio

Logo_vs8XXVII
48.jpg

Sondaggi

Il miglior gioco della XXVI Edizione
 

Chi è online

 3 visitatori online